Header Image

Museo Archeologico al Teatro Romano

Il Museo Archeologico al Teatro romano prende vita nel 1924 nelle mura dell’ex convento dei Gesuati di San Gerolamo, risalente al tardo Quattrocento e situato alle spalle del Teatro. Si trova in una delle zone più panoramiche di Verona, oltre che interessanti dal punto di vista archeologico. Durante i lavori di recupero degli spazi nel corso del XIX e l’inizio del XX secolo, sono state scoperte alcune parti del teatro: in particolare, si è rinvenuta l'intercapedine, scavata dai Romani nella collina per evitare le infiltrazioni d'acqua nell’edificio.

Al Museo Archeologico sono esposti elementi scultorei e decorativi provenienti dal teatro, brani di mosaici con tessere in bianco e nero e colorate, cippi funerari, stele e altari, epigrafi varie e statue. Nelle ex celle delle monache delle vetrine raccolgono bronzetti funebri di età pre-romana e imperiale, oggetti di uso quotidiano come lucerne in terracotta o metallo, vasi in ceramica, coppe e bicchieri, e poi balsamari e ampolle.
Per maggiori informazioni visita il sito

Green Pass obbligatorio

Dal 6 agosto 2021 per accedere ai Musei Civici di Verona è obbligatorio presentare il Green Pass con un documento di riconoscimento. Il Green Pass si ottiene con la vaccinazione anti COVID-19 oppure un test negativo (molecolare o antigenico rapido) nelle ultime 48 ore oppure la guarigione da COVID-19 negli ultimi sei mesi. Le disposizioni non si applicano ai bambini sotto i 12 anni e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica. Per ulteriori informazioni museicivici.comune.verona.it